mercoledì 29 maggio 2013

La Marina Militare per il censimento del patrimonio subacqueo nazionale

E' stato reso noto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali che, a partire da giugno, alcune unità navali della Marina Militare Italiana saranno coinvolte in una serie indagini e prospezioni archeologiche sottomarine, per arricchire la conoscenza del patrimonio culturale sommerso nei mari del Bel Paese.

I cacciamine e le unità idrografiche della Marina ospiteranno a bordo  archeologi subacquei e funzionari del Mibac, che indicheranno le priorità e gestiranno gli aspetti scientifici del lavoro. 

Le aree in cui sono previste le nuove attività di ricerca, leggiamo dal comunicato del Mibac, sono il Mar Ligure, l'Arcipelago Toscano, le isole Pontine, il Golfo di Taranto e l'alto Adriatico.

Grazie a questa iniziativa, sarà possibile incrementare ulteriormente la banca dati di Archeomar [http://www.archeomar.it/], il grande progetto nazionale che nel corso degli anni ha permesso di accumulare un vastissimo numero di informazioni sulle migliaia di relitti e siti sommersi nelle acque italiane. 

2 commenti:

  1. sono lieto di apprendere che dopo anni di ricerche con l'Istituto idrografico della marina finalmente si è compreso quanto siano utili e preziosi per al ricerca e la tutela i mezzi della marina militare italiana

    RispondiElimina
  2. sono lieto di apprendere che dopo anni di ricerche con l'Istituto idrografico della marina il Ministero abbia finalmente compreso quanto siano utili per la ricerca e la tutela i mezzi della marina militare italiana

    RispondiElimina